lunedì 24 gennaio 2011

Pizzette - Focaccine

Se siete in cerca di una ricetta da preparare per un buffet..o per una festa di complanno...questa è la vostra serata fortunata!
Saltellando da un blog all'altro mi sono imbattuta in questa ricetta, e non ho esitato a provarla!è molto buona..e il risultato è fantastico!Poi vi invito a visitare questo blog molto carino!

PIZZETTE - FOCACCINE

250gr di farina 00
250gr di Manitoba
50 gr. di strutto o 60 gr di olio evo (io ovviamente olio evo)
35 gr. di zucchero
20 gr. di sale
25gr di lievito di birra
220 gr. di acqua
Condimento a piacere (io ho messo un pò si passata di pomodoro, rigano, un pizzico di sale, mozzarella...e un filo d'olio)

Aggiungere alla farina setacciata lo zucchero e il sale, poi l'olio e l'acqua tiepida che aiuterà il lievito di birra a sciogliersi prima. Impastare bene e formare una palla omogenea. Far riposare per 1 ora e mezza in un luogo caldo, coperta con un telo.
Riprendere la pasta e stenderla con il mattarello ad uno spessore di mezzo cm e con un coppa pasta fare dei tondini.
Appoggiarli tutti su carta forno, e lasciarli lievitare ancora per un'oretta...poi pennellare col pomodoro ed aggiungere la farcitura. Spolverare con il sale, un filo d'olio e origano. Infornare a 220° per 15-20 minuti...E MANGIARE CALDEEEEE

venerdì 21 gennaio 2011

Biscottini noci e caffè

Lo ammetto: è successo. Ancora una volta..e son certa che capiterà ancora una volta..e poi ancora un'altra.. Ma non è tutta colpa mia..
Questo è successo perchè voi , mie care foodblogger, sì, proprio voi...non fate altro che pubblicare ricette golose, gustose che mi fanno deliziare..e il mio unico pensiero è scoprire il sapore di quella ricetta!!
Sono stata tentata... questa volta la tentatrice è stata Speedy70 che ieri ha pubblicato questa ricettina.. appena ho letto gli ingredienti mi son detta: "Ho tutto quello che serve!ci provo??????!!" ma poi, una vocina mi ha sussurrato dolcemente: "Lunedì hai il controllo dalla dietologa, lascia stare!!".
La vocina è stata così silenziosa che non l'ho sentita..e dopo un'oretta mi sono ritovata a frullare, impastare, infornare..e mangiare!!


Ma adesso ditemi voi, come si può stare fermi dinnanzi allo schermo del pc quando con poco sforzo, e pochi ingredienti si può avere un risultato così?!


BISCOTTINI NOCI E CAFFE'



200g farina OO

100g burro

100g zucchero

1/2 bustina di lievito per dolci

1 cuchiaino polvere di caffè

1 uovo

30g noci tritate finemente

un pizzico di sale

gherigli di noci per decorare

zucchero a velo per spolverizzare (facoltatativo)

Lavorare il burro a crema con lo zucchero, poi unire l'uovo intero e mescolare sino ad incorporarlo del tutto. Aggiungere la farina setacciata con il lievito, il caffè in polvere, le noci tritate molto finemente e il pizzico di sale. Lavorare il composto sino ad ottenere una palla morbida.
Prelevare dall'impasto piccole parti, e formare tante palline della grandezza di una nocciola, adagiandole man mano su una teglia rivestita di cartaforno, distanziandole, e infilzare al centro di ogni pallina mezzo gheriglio di noce. Far cuocere i biscottini in forno già caldo a 180° per 12 minuti (a me è servito un pò più tempo..circa 17-18 minuti) lasciarle raffreddare e cospargere con zucchero a velo.

mercoledì 19 gennaio 2011

Biscotti per la prima colazione

Salve salvino!
Oggi vi presento una ricetta di famiglia..questi sono i biscotti che mia sorella mangia sempre a colazione..sono perfetti da inzuppare nel latte..ma non solo!

BISCOTTI PER LA PRIMA COLAZIONE

1 Kg di farina
4 uova intere

200 gr di zucchero
200 gr di olio evo

1 bustina di ammoniaca

2 bustine di vanillina

latte q.b.

Lavorare tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto morbido e leggermente appiccicoso. Per lavorare l'impasto, infarinare bene le mani e il piano da lavoro. Io, con l'uso di in macchina per i biscotti ho realizzato queste forme, ma è possibile stendere l'impasto, ottenendo una sfoglia di 0,5 cm e con i dentini di una forchetta rigare la foglia e infine ritagliare dei rettangoli. Passare i biscotti nello zucchero semolato. Cuocere a 180° per 15 minuti circa!

venerdì 14 gennaio 2011

Tortino al cioccolato..dal cuore morbido !!!

Salve salve salve!!Oggi splende il sole e la temperatura è piuttosto mite..insomma è la giornata ideale per fare una bella passeggiata!
Se non avete voglia di uscire ma preferite stare a casa, a pasticciare fra i fornelli ed avete voglia di una ricetta gustosissima.. vi consiglio di leggere attentamente la ricetta di oggi!
Non la consiglio per chi è a dieta..! è ipercalorica..ma invito comunque tutti a provarla perchè uno strappo alla regola si può fare..almeno il fine settimana!
Da tempo ero alla ricerca di questa ricetta... su youtube avevo trovato un video in cui un cuoco presentava questo tortino, affermando che quella fosse la ricetta originale.. l'ho provata.. ma il risultato è stato pessimooo!! Prevedeva l'uso del cacao amaro e non del cioccolato da fondere..
Quindi, se vi dovesse capitare di trovare quel video.. vi consiglio di non farvi prendere dalla voglia di provare..perchè sarebbe solo una delusione..
Girovagando sui vari blog, mi sono soffermata qui, ed ho trovato..la Ricetta PERFETTA!


TORTINO AL CIOCCOLATO... DAL CUORE MORBIDO!


(per 5 tortini)
150 g di cioccolato fondente
150 g di burro
80 g di zucchero
40g di farina
3 uova
la scorza di un'arancia non trattata (io non l'ho messa)
un pizzico di sale

Tritare grossolanamente il cioccolato e scioglierlo a bagnomaria con il burro. Aggiungere lo zucchero e mescolare fino ad ottenere una crema liscia. Lasciare raffreddare il composto e incorporare le uova sbattute con un pizzico di sale. Unire la farina continuando a mescolare per evitare la formazione di grumi, e la scorza d'arancia grattuggiata. Suddividere il composto in 5 stampini imburrati e infarinati e riporli nel freezer per almeno un paio d'ore. Cuocere infine nel forno a 220° (io a 200°)per 20 minuti (per ottenere il grado di cottura ideale, la prima volta infornate un tortino soltanto, in modo da poter aumentare o diminuire il tempo di cottura, o la temperatura del forno secondo le proprie preferenze).Il tortino sarà pronto quando si sarà gonfiato e si sarà formata una leggera crosticina.
Cosa ci resta da fare?! Controllare se il cuore è morbido...quindi..via con la prova cucchiainoooo...

Non vi sembra una delizia?!



giovedì 13 gennaio 2011

Macine Mulino Bianco

Ciaooo!
Vi lascio ancora una volta una "ricetta imitazione" della Mulino Bianco..anche questa volta il risultato è strepitoso! Mi piacciono tanto le macine per il loro sapore e profumo di panna..riuscire a realizzarle in casa..è un lusso!
Perfette da inzuppare nel latte a colazione, ma anche da gustare in ogni momento della giornata!
Io per questione di tempo non ho fatto i buchini al centro dei biscotti, ma ho lasciato il dischetto di pasta intatto..non devono essere per forza uguali no?!il tocco personale è d'obbligo! :-P

MACINE

Farina 00 500 gr
Fecola 50 gr
Zucchero a velo 150 gr
Burro 100 gr
Margarina 100 gr
1 uovo
5 cucchiai di panna fresca
1 bustina di zucchero vanigliato
1 bustina di lievito
un pizzico di sale

Mescolate in una terrina dai bordi alti farina, fecola, zucchero, lievito e zucchero vanigliato, quindi aggiungete il burro tagliato a dadini (dopo averlo fatto ammorbidire un pò) e la margarina. Lavorate con le mani e una volta che gli ingredienti sono ben amalgamati unite al composto l’uovo e la panna. Ricominciate a lavorare con le mani finchè non avete ottenuto una palla compatta.
Riponete l’impasto dentro al frigorifero e lasciatelo riposare per circa mezz’ora. Trascorso questo tempo stendete l’impasto aiutandovi con un mattarello (lo spessore deve essere di circa 5 mm) e ricavate dei biscotti rotondi aiutandovi con dei piccoli bicchieri o delle tazze da caffè, quindi al centro di questi praticate un altro foro aiutandovi ad esempio con un tappo (io non l'ho fatto!)
Infornateli nel forno già caldo a 180 gradi e lasciateli cuocere per una decina di minuti.

lunedì 10 gennaio 2011

Abbracci Mulino Bianco

Salve!
come state?!spero bene!
Ancora una volta non ho molto tempo a mia disposizione per visitare i vostri blog, ma vi prometto che presto verrò a farvi vistita! Adesso vado davvero di corsa quindi, addentando un biscotto appena sfornato vi pubblico la ricetta!
Vi consiglio di provarla perchè il risultato che si ottiene è molto simile a quello dei biscotti che si acquistano nel supermercato!!

ABBRACCI MULINO BIANCO

Impasto alla panna:

250g di farina 00

100g di zucchero

50g di burro

45g di margarina

3 cucchiai di panna fresca

1 cucchiaio di miele

1/2 bustina di lievito

un pizzico di sale


Impasto al cacao:

250g di farina 00

120g di zucchero

40g di margarina

60g di burro

30g di cacao in polvere

40g di latte fresco

1 uovo

1/2 bustina di lievito

un pizzico di sale


Impasto alla panna: lavorare la margarina, il burro e lo zucchero fino ad ottenere una crema ben montata. Aggiungere gli altri ingredienti lasciando per ultimi la farina e il lievito. Lavorare lentamente fino ad ottenere un impasto omogeneo.

Impasto al cacao: lavorare la margarina, il burro e lo zucchero fino ad ottenere una crema ben omogenea. Aggiungere gli altri ingredienti lasciando per ultimi la farina e il lievito. Lavorare lentamente fino ad ottenere un impasto omogeneo.
Prelevare piccole quantità dagli impasti e formare a mano dei salamini lunghi 5 cm circa ed unirli sovrapponendoli leggermente. Cuocere in forno a 180°C per 10-15 minuti.

sabato 8 gennaio 2011

Biscotti girella !!

Ciao!
in queste feste natalizie mi sono dedicata un pò alla preparazione dei biscotti..
Adoro sgranocchiare i biscottini mentre studio..soprattutto se fatti da me!
Tempo fa ho provato una ricetta di biscotti a girella che prevedevano l'uso della nutella..ma nonostante questo ingrediente golosissimo, il risultato non mi ha soddisfatto molto. Girovagando sui vai blog ho trovato questa ricetta di Lella che mi ha subito colpito..e non ho esitato a provarla!
BISCOTTI GIRELLA


per la frolla:

600 gr di farina
250 gr di zucchero
2 uova
2 tuorli
250 gr di burro
la buccia di un limone grattuggiata
1/2 bustina di lievito per dolci

50 gr di cacao in polvere amaro (io ne ho messo meno)
50 gr di farina di mandorle
albume
Mettere la farina a fontana su un piano da lavoro. Fare un buco al centro e mettere tutti gli ingredienti. Impastare la frolla.
Formare una palla, e lasciar riposare per mezz'oretta.
Dividere l'impasto in due metà. Una parte reimpastarla con il cacao amaro ( se 50 gr risultano troppi, utilizzarne meno) e l'altra con la farina di mandorle. Si otterranno due impasti di colore differente.
Stendere l'impasto alle mandorle sulla carta forno, spennellare con l'albume.
A parte stendere l'impasto al cioccolato e sovrapporlo su quello alle mandorle.
Arrotolare su se stesso e avvolgere nella stagnola.
Mettere in freezer per mezz'ora.Tagliare a fettine non troppo sottili.

Sistemare su una placca da forno. Mettere in forno caldo, ventilato (io ho cotto in forno a gas) e cuocere per circa 15 minuti.

mercoledì 5 gennaio 2011

Pandoro !!!

Oggi è la vigilia dell'Epifania..
siamo quasi agli sgoccioli del periodo natalizio..ma penso che sono ancora in tempo per mostrarvi cosa ho preparato!! hihihi
Per la realizzazione di questo pandoro ho utilizzato la ricetta di Chabb di http://lepadellefanfracasso.blogspot.com/ che è stata provata anche da Pina e Natalia di Provare per gustare. Grazie alle loro indicazioni e alle loro foto sono riuscita a realizzare il mio primo pandoro. Ero molto insicura sul risultato che avrei ottenuto, ma non mi sono arresa e nonostante le varie incertezze sulle c.d."pieghe"..sono andata avanti!In più ho fatto tutto a mano! Che soddisfazioneeee!

PANDORO


350 gr di farina tipo "00" (io ho usato la manitoba)
150 gr di burro
2 uova di grandezza minima 50 gr
acqua q.b.
10 gr di lievito di birra fresco
120 gr di zucchero
zucchero a velo per spolverizzare
burro e farina per ungere lo stampo


Ho iniziato alle 20:00 circa. Ho preparato il lievitino impastando 100 gr di farina con il lievito di birra e pochissima acqua, quanto basta per formare velocemente un piccolo panetto morbido, e ho messo a lievitare fino al raddoppio in un luogo tiepido



Quando è raddoppiato, dopo un'oretta circa, è diventato così
qui ho aggiungiunto 180 gr di farina, le 2 uova, i 3 tuorli, 30 gr di burro ammorbidito, 120 gr di zucchero e ho iniziato ad impastare -io ho impastato tutto a mano- fino a che ho ottenuto un impasto che sembrava molto appiccicoso e quindi, a quel punto ho aggiungiunto la farina che avevo lasciato da parte, circa 70 gr ( a me ne è servita un pò di più, penso che dipenda dalla grandezza delle uova, me ho messa circa 150gr.). Ho impastato bene fino a che l'impasto si è staccato dalla ciotola.


Ho coperto la ciotola con la pellicola e una coperta e ho lasciato a lievitare tutta la notte in forno, al riparo da eventuali correnti fredde.

La mattina, intorno alle ore 9,00 ho ripreso l'impasto e ho iniziato a sfogliare con il burro rimasto (120gr). Il burro deve essere morbido e così come ha fatto Chabb, l'ho messo tra due fogli di carta forno e l'ho steso con il mattarello per facilitare la lavorazione.


Non ho fatto le foto perchè ero troppo presa dalle pieghe, ed ero mlto concentrata..SCUSATEMI..

Ho ripreso la pasta lievitata, l'ho messa sulla spianatoia infarinata e ho steso un quadrato (oppure un cerchio) capace di contenere il burro steso e ho piegato sopra a libro i lembi del cerchio o gli angoli del quadrato, imprigionando dentro il burro, e ho schiacciato con il matterello. A questo punto:
Ho ruotato la pasta, l'ho ripiegata a libro e ho schiacciato con il matterello;
Ho ruotato la pasta, l'ho ripiegata a libro e l'ho messa a riposare per 15 minuti

Ho ripreso ed ho schiacciato con il matterello
Ho ruotato la pasta, l'ho ripiegata a libro e ho schiacciato con il matterello

Ho ripreso la pasta e l'ho schiacciata con il matterello
Ho ruotato la pasta,ho ripiegato a libro e ho schiacciato con il matterello
Ho imburrato bene lo stampo con un pennello e del burro morbidissimo e ho infarinato bene, ho formato una palla con l'impasto, con le mani leggermente imburrate e l'ho messa nello stampo con la chiusura rivolta verso l'alto.

Ho coperto con la pellicola trasparente, precedentemente pennellata di olio o burro per evitare che quando il pandoro sarà alto si attacchi.
Ho lasciato lievitare fino a che la pasta è arrivata al bordo (a me sono servite circa 6 ore e mezzo)


Ho Infornato a 180° per 10 minuti e poi ho abbassato a 160° fino a cottura, quando è pronto lo vedrete dal colore,cmq servono in tutto più o meno 50 minuti, ma vi consiglio di fare anche la prova stecchino.

Togliere dallo stampo quando sarà completamente freddo e spolverizzare di zucchero a velo.

Che ne dite?!La prossima volta lo farò cuocere un pò di più così avrà quella doratura tipica del pandoro industriale..e ci aggiungerò una bustina di vanillina. Questo pandoro non è molto dolce, quindi se volete mangiarlo così, al naturale, potete aggiungere un pò più di zucchero nell'impasto; Se invece volete farcirlo con una crema o con la nutella, vi consiglio di lasciare invariata la quantità di zucchero..perchè altrimenti sarebbe troppo dolce!

A presto! Unbacio!

Golosina!

martedì 4 gennaio 2011

Sasanelli

AUGURI DI BUON ANNO A TUTTI!
Spero che questo sia per voi un anno meraviglioso, ricco di belle notizie, tante avventure positive, salute, affetto e amore..e perchè no, anche tante belle ricette!

Oggi, per iniziare bene l'anno nuovo anche con il mio amato blog, vi presento una ricetta tipica pugliese che si prespara nel periodo natalizio...

SASANELLI

500 gr farina 00

50 gr zucchero

50 gr olio di semi (io e.v.o.)

100 gr vincotto

1 bustina di lievito per torte

1/2 bustina di cannella

noci tritate (non a polvere)

cioccolato a pezzi o gocce di cioccolato

buccia di un limone grattuggiato

latte q.b.

Mescolare gli ingredienti tutti insieme, amalgamando con un cucchiaio in legno, aggiungere la quantità di latte necessaria per avere un impasto liscio, ma allo stesso tempo piuttosto solido (per rendere l'idea: un pò più duro dell'impasto della ciambella :-) ).
Ricoprire una teglia con carta da forno a versare l'impasto a cucchiaiate, formando dei micchietti. Cuocere a 180°per 20 minuti circa.

Sono buonissimi!

Con questa ricetta partecipo alla raccolta di Pina e Natalia:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...