giovedì 13 marzo 2014

Bomboloni di Luca Montersino

Mentre facevo zapping tra i canali tv, per caso, ho scoperto che Alice è, da quest'anno, in chiaro sul digitale terrestre (per chi non lo sapesse, 221). 
Una scoperta sensazionale per me che amo guardare i programmi di cucina. 
Questo canale mi ha dato la possibilità di apprezzare e conseguentemente, di amare il grandissimo Maestro Luca Montersino. Qualche volta l'ho visto a "La prova del cuoco", ma nel breve arco di tempo a lui dedicato non è riuscito a trasmettermi nulla. Quando ho visto per la prima volta "Accademia Montersino" ho capito che l'avevo sottovalutato. E' un grande maestro e un grande chef. Lo è ancora di più perché non fa altro che dispensare consigli, cosa che non molti grandi chef  fanno. Lui invece è "generoso". Non ha paura di essere superato. Sarebbe difficile farlo, lo ammetto. In ogni caso ho amato il suo modo di insegnare, il fatto di dare sempre una spiegazione per tutto, e non solo l'elenco degli ingredienti e il procedimento. 
In pochi sono capaci di soddisfare la mia curiosità e lui, molto spesso, ci riesce. 
Spinta dalla voglia di sperimentare una delle sue ricette, ho trovato sul sito di AliceTv la ricetta dei suoi bomboloni, tanto osannati sul web. Dopo aver letto la ricetta mi son chiesta se fosse possibile inserire così tante uova su 600 g di farina. A posteriori posso dirvi che quei 435 g di uova servono tutti. Gli ingredienti e le grammature sono studiate in modo così meticoloso che il margine d'errore è davvero basso, se non inesistente.
Per descrivere questi bomboloni, ogni parola è del tutto superflua. Andate in dispensa, prendete gli ingredienti che occorrono e impastate.  Armatevi di pazienza per i lunghi tempi di lievitazione. Ricordate la frase "L'attesa del piacere è essa stessa il piacere" ?? in questo caso non è assolutamente così. 
Il vero piacere è addentare il bombolone bollente con lo zucchero semolato che resta sulle labbra.
Io, dopo il primo morso, mi sono chiesta: "Può, un fritto, essere così leggero?"


Basta, mi sono dilungata troppo in questo post! Vi lascio la ricetta e i miei consigli o trucchetti golosi. 

BOMBOLONI


600 g farina manitoba 400 W
150 g zucchero semolato
435 g uova intere (pesate senza guscio)
150 g burro
20 g lievito di birra
4, 5 g sale
0,5 g olio essenziale di limone (io zeste di limone)
1 bacca di vaniglia bourbon (io, purtroppo, una bustina di vanillina)

Per la farcitura
Crema pasticcera (io non ho utilizzato la ricetta del Maestro)
Nutella

Zucchero semolato (per rotolare)

Olio evo per friggere (io ho usato olio di semi)

Ore 23:00
Impastate la farina con lo zucchero, il lievito di birra, gli aromi e metà delle uova.
Non appena tutte le uova sono assorbite e l'impasto inizia a prendere "nervo" unite poco alla volta il resto delle uova.
Lasciatele assorbire bene e quando l'impasto diventa liscio, elastico ed omogeneo unite poco alla volta il burro in pomata. Terminate infine con il sale.
Lasciate raffreddare l'impasto in frigorifero, coperto con la pellicola, nel ripiano più basso per circa 12 ore. 
Se volete, potete lasciare maturare l'impasto per più tempo.

Tutti gli impasti lievitati di Luca Montersino hanno bisogno di lunghi tempi di lievitazione. Molti non lo sanno in quanto sui suoi libri o su internet, sovente, questa informazione viene omessa. Facendo parte del suo "Fan Club", prima di sperimentare una nuova ricetta ho la possibilità di chiedere consigli e farmi indirizzare da chi segue le sue ricette da anni, ottenendo risultati meravigliosi. Quindi, impastate la sera per poter assaporare il bombolone il giorno dopo, magari nel primo pomeriggio.

Ore 11:00

Formate delle palline di circa 50 g e lasciatele lievitare su teglie infarinate per circa 1 ora e mezza in un ambiente tiepido, 30° C circa.

Io sono una golosona. Con questa tecnica delle palline so già che la farcia all'interna sarà limitata. Non mi accontento, ne voglio di più!! quindi, cosa faccio? Stendo l'impasto delicatamente con un mattarello e con un cucchiaio verso un bel cucchiaio di crema pasticcera sulla sfoglia ottenuta. Copro con un'altra parte di impasto e con un coppa pasta formo i bomboloni. Con questo procedimento evito la farcitura dei bomboloni, dopo la cottura, con il sac a poche. 

Ore 13:00

Friggete in olio d'oliva (oppure, come ho fatto io, nell' olio di semi) a 160° C.


Scolate e mettete sullo zucchero semolato, quindi farcite con la crema pasticcera utilizzando un sac a poche munito di bocchetta liscia.


4 commenti:

  1. ottimi! grazie x la visita! ti seguo con piacere!

    RispondiElimina
  2. Veraramente favolosi e golosi questi bomboloni! Ma che acquolinaaaaa
    ciaoo e buona giornata
    ti abbraccio

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...