mercoledì 26 marzo 2014

Gnocchi al latte con salsa ai porcini di Anna Moroni


Un po’ di tempo fa, a “La prova del cuoco”, Anna Moroni ha presentato la ricetta degli gnocchi al latte.
Se date uno sguardo alle etichette del mio blog potete capire quanto io non ami preparare i primi piatti, a dispetto dei dolci che sono la mia passione. Il fatto di dover lavorare a mano la pasta e dovergli dare una forma, mi ha suscitato curiosità e voglia di mettermi ai fornelli.
Mia madre ha detto che dalle nostre parti questi vengono chiamati "cavatelli", ma il nome ha poca importanza, quello che conta è la ricetta.

GNOCCHI AL LATTE CON FUNGHI PORCINI



Per gli gnocchi:

500 gr di farina
275 g di latte (io ne ho usato di più)
Sale q.b.

Per la salsa:

1 scalogno (io, cipolla e aglio)
1 carota
1 costa di sedano
100 g di porcini secchi
3 cucchiai di concentrato di pomodoro
1 bicchiere di vino bianco
olio extravergine d’oliva
una noce di burro
brodo q.b.
grana grattugiato q.b.

Bollire il latte con il sale e unirlo alla farina che avrete precedentemente messo a fontana su di una spianatoia. Impastare bene il tutto e fare dei salamini di pasta che andranno tagliati a tocchetti con il coltello e poi incavati con l’indice per ottenere degli gnocchi. 

Preparare la salsa soffriggendo in olio e burro lo scalogno, le carote e il sedano tutti tritati finemente, unire i funghi precedentemente ammollati e soffriggere, unire il vino bianco, l’acqua dei funghi stessi, il concentrato diluito nel brodo caldo. La salsa deve cuocere a fuoco molto lento e per almeno un paio d’ore.
Lessare gli gnocchi in acqua bollente salata e condirli con la salsa e il parmigiano.

La prossima volta, non utilizzerò più il concentrato di pomodoro, ma una bella salsa fatta in casa!



6 commenti:

  1. Ciao! Piacere di conoscerti! Grazie di essere passata da me! Anche tu hai un blog molto bello da oggi ti seguo anch'io!!
    A presto!

    RispondiElimina
  2. Solitamente li faccio all'acqua ma proverò anche la versione con il latte ;)

    RispondiElimina
  3. Vedo che siamo della stessa zona, infatti la tua mamma ha ragione, li chiamiamo cavatelli! Mi piace questa versione al latte, devo provarla! Ciao e buon week-end!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sono pugliese Molly! mettiti anche tu hai fornelli, il risultato è garantito :-)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...